Crea sito

Cosa sono i keylogger e come scoprirli

KEYLOGGER-FACEBOOK

Facebook: per molti, ormai, è un pezzo di vita. Tantissime informazioni personali, foto, contatti e quant’altro, tutto è contenuto in quella piccola pagina web recante il nostro nome, entro la quale ci sentiamo completamente al sicuro. Come mai? Perché c’è una password, naturalmente, che protegge i dati da tutto e tutti. Nel caso in cui la pensiate così, aprire le orecchie, per cortesia: farsi rubare la password, e quindi esporre le proprie informazioni a chissà chi, e molto più facile di quanto si possa credere. Esistono infatti vari modi con cui un qualche malintenzionato può scovare la parola magica e accedere alla pagina.

Il Keylogger.

È piuttosto difficile che qualcuno utilizzi un software sul pc o un dispositivo hardware collegato ad esso per rubarvi le password, poiché significherebbe che qualcuno ha avuto accesso diretto al vostro PC, ma non si sa mai, quindi meglio avvertire: potrebbe infatti accadere che un estraneo installi sul vostro computer un cosiddetto “keylogger”, ovvero un software in grado di registrare qualsiasi codice inserito sul PC in questione e dirottarlo su un dispositivo terzo.

I keylogger sono facilmente reperibili: è infatti possibile scaricarli agilmente, e gratuitamente, attraverso una rapida ricerca Google. Ma anche in questo caso, i rimedi sono tutt’altro che complicati: anzitutto, occorre prestare attenzione al fatto che il proprio antivirus sia sempre aggiornato e funzionante, e già questo potrebbe bastare a segnalare la presenza di un keylogger; in secondo luogo, è possibile installare un gestore di password sul proprio computer, che permetta di mantenere sotto controllo i codici abitualmente inseriti sul dispositivo e, naturalmente, di essere immediatamente informati qualora sia in corso un’intrusione indesiderata.

Per quanto riguarda quelli “fisici”, è sufficiente controllare i collegamenti tra tastiera e pc ed eventuali chiavette usb estranee collegate (e toglierle).

You may also like...